L'Elba a tavola: enogastronomia e prodotti tipici

I sapori della cucina elbana si basano su piatti semplici, dove dominano la fantasia e la sapienza nella scelta degli ingredienti, ed è proprio questa cucina, considerata un tempo povera, che oggi con l'avvento del turismo è divenuta raffinata.

Particolarmente ricercate sono quelle pietanze che richiedono una lunga e complessa preparazione e fra queste primeggia lo stoccafisso alla riese, un sublime piatto accompagnato da acciughe sotto sale, cipolla, pomodori, basilico, prezzemolo, peperoni verdi, olive nere, pinoli, capperi e ovviamente olio, peperoncino e sale.

Il gurguglione, altra specialità riese a base di verdure, il riso al nero di seppia, i totani ripieni, il famoso cacciucco o zuppa di pesce, ma anche piatti molto semplici come il polpo lesso, gli zerri fritti o le sardine ripiene.

Dopo tutte queste prelibatezze non poteva certo mancare la degustazione di un buon vino, anche se negli ultimi cinquant'anni la superficie dei vitigni sull'isola si è notevolmente ridotta passando dai 3.000 ettari agli attuali 200 scarsi.

In ogni caso i vini elbani sono di ottima qualità e da alcuni anni sono controllati dal marchio DOC, tra questi spiccano: l'Elba bianco, l'Elba Rosso, il Rosato, l'Ansonica, il Moscato e l'Aleatico (DOCG).

Ricette locali

I piatti più antichi della cucina elbana: gurguglione, stoccafisso alla riese, schiaccia briaca.

Vini dell'Elba

Le principali tipologie di vino dell'Isola d'Elba sono l'elba bianco, rosso, aleatico, moscato, rosato e ansonica.

Erbe e prodotti tipici

Miele artigianale, birra dell'Elba, olio extravergine, piante selvatiche e aromatiche.

Piatti tipici e loro origini

Le pietanze elbane si basano tutte su ingredienti poveri e semplici che la fantasia e la sapienza dei vecchi, trasformano ogni giorno in vere prelibatezze.

Ristoranti e pizzerie

Una selezione di ristoranti e pizzerie dell'Elba dove gustare i piatti tipici della cucina elbana.
Richiedi disponibilità alle strutture
Traghetti per l'Elba Noleggi Vola all'Elba
blog comments powered by Disqus