Anche con il brutto tempo l'Elba offre tante cose da fare

Fortunatamente all'Isola d'Elba la pioggia non è mai così frequente: la ventilazione che rende l'inverno mite e porta sollievo nelle giornate più calde, allontana velocemente le nubi che potrebbero coprire il cielo azzurro. Tuttavia, se aprendo le finestre la mattina un cielo plumbeo vi dà il buongiorno, non vi scoraggiate: avete tanti luoghi accoglienti dove potervi rifugiare.

I paesini dell'Isola d'Elba sono meritevoli di trascorrerci almeno qualche ora per perdersi tra viuzze, piazze e stradine e in seguito fare visita a musei e altre attrazioni.

Tormalina dell'Isola d'Elba - Collezione di Sarah SudcowskySe vi trovate nella parte est dell'isola potete visitare uno dei musei minerari presenti nei comuni di Porto Azzurro, Rio Marina e Rio nell'Elba. Vero scrigno ricco di tesori, conservano le più belle e ricercate cristallizzazioni di minerali che hanno reso l'Elba famosa in tutto il mondo.

Anche a Capoliveri è possibile fare una visita guidata tra le miniere che si trovano sul Monte Calamita e all'interno del museo della Vecchia Officina. La miniera del Ginevro oltre ad essere una delle miniere italiane tenute in stand by in modo da poterla riattivare in caso di emergenza o necessità, è l'unica miniera sotterranea visitabile all'Isola d'Elba.

Se non siete amanti dei minerali a Capoliveri c'è anche la possibilità di visitare il Museo del Mare e la mostra “Il relitto del Polluce – Naufragio a Capoliveri”.

Se invece vi trovate nella zona di Marina di Campo, potete recarvi all'Acquario in località Segagnana. Considerato uno dei più completi acquari mediterranei esistenti, vi permetterà di ammirare tutto lo spettacolo naturale che si cela nelle acque intorno all’Elba.

L’acquario è anche un'ottima idea per trascorrere una giornata con i bambini.

Per ammirare la bellezza del golfo di Campo dall'alto, salite verso San Piero e Sant'Ilario. Pittoreschi paesini adagiati uno accanto all'altro che conservano ancora l'aspetto tipico del piccolo borgo medievale.

Che la storia dell'Isola d'Elba sia strettamente legata alla storia dell'estrazione mineraria lo dimostra la numerosa presenza di musei minerari presenti sul territorio. Anche a San Piero infatti è presente il Museo mineralogico e gemmologico dedicato a Luigi Celleri che si dedicò alla ricerca mineralogica dell'Elba occidentale.

Da Marina di Campo potete anche scegliere di muovervi verso Marciana e Poggio compiendo il giro dell'anello occidentale. Un itinerario molto bello da fare e che a ogni curva regala un panorama sempre diverso. Fermatevi per le dovute soste nei punti panoramici e godetevi il paesaggio, incredibile anche con la pioggia.

Arrivati a Marciana potete fermarvi al Museo Archeologico o visitare la Fortezza Pisana, altrimenti se preferite passeggiare, andate a scoprire i segreti del piccolo e incantevole borgo di Poggio a soli 3 km di distanza.

Se invece vi trovate nelle vicinanze di Portoferraio e non avete ancora visitato i musei napoleonici, potreste approfittarne in questa giornata di pioggia.  Certo, i giardini e la vista che si gode dalle finestre imperiali della Palazzina dei Mulini e della Villa di San Martino, meriterebbe una bella giornata di sole, ma girare per le stanze che hanno accolto Napoleone mentre fuori piove, vuol dire riuscire a percepire meglio i pensieri e le sensazioni del grande imperatore confinato in questo ben più piccolo regno.

Sempre a Portoferraio, potete inoltre visitare il piccolo Museo dei Cimeli Napoleonici e la Pinacoteca Foresiana all'interno del centro culturale De Laugier o il Museo Archeologico della Linguella.

Se invece siete amanti del buon vino, le aziende agricole di tutta l'Elba saranno aperte per farvi assaporare i delicati vini e passiti elbani.

Richiedi un preventivo gratuito
blog comments powered by Disqus