Stupendi panorami in un paesaggio variegato

Chi viene all'Isola d'Elba, anche se per un solo giorno, non può non percorrere l'anello occidentale: la strada costiera che collega Procchio a Marina di Campo. Dolci marine, paesi arroccati sui monti, freschi castagneti e brulli massi granitici si avvicendano lungo una strada a picco sul mare.

All'orizzonte la Corsica, il Continente e tutto l'Arcipelago Toscano sanno le vostre pietre miliari.

Spiaggia della PaolinaPartendo da Procchio, dopo circa 1 km. si trova l'Isolotto della Paolina, così chiamato perché si dice che Paolina Bonaparte amasse recarsi in questo angolo di paradiso per fare il bagno nuda lontano da occhi indiscreti.

Successivamente ci si dirige verso Marciana Marina, un piccolo e colorato paese tipicamente marittimo, dopo il quale inizia una strada molto in salita che conduce a Marciana Alta. Prima di arrivare al paese, potete fermarvi alla Cabinovia del Monte Capanne per salire sulla vetta più alta dell'Arcipelago Toscano. Entrando a Marciana, seguite le indicazioni per la Fortezza Pisana. Da lì potrete godere di un panorama veramente meraviglioso: davanti a voi i tetti con le tegole rosse di Marciana, le marine che si aprono all'immensità del mare, la Corsica, l'isola di Capraia e tutta la costa del continente; dietro di voi la maestosità dei 1019 metri del Monte Capanne sulle cui pendici si adagia il paesino di Poggio. Addentratevi nel paese, scoprendo vicoli, casette e piccole pievi, fino a scendere alla Porta Medievale dei Lorena dove nuovamente potrete godere di una vista panoramica meravigliosa.

Spiaggia di ChiessiRiprendendo il cammino, inizierete a scendere molto dolcemente verso la costa attraversando le località di Sant'Andrea, la Zanca, Colle d'Orano. A un certo punto, troverete in basso sulla destra una casetta (forse la più fotografata dell'Elba), circondata da un vigneto e, successivamente, una curva a gomito che scollina verso Chiessi. In quel punto fermatevi un attimo per ammirare l'immensità del mare e le isole che si stagliano all'orizzonte: Corsica, Pianosa, Montecristo e Giglio.

Riprendete il cammino lungo la strada a strapiombo sul mare attraversando i paesini di Chiessi e Pomonte, fino ad arrivare al golfo di Fetovaia. Fermatevi nuovamente qui per ammirare il paesaggio: la lingua di terra che protende verso il mare aperto, l'acqua cristallina, le isole all'orizzonte e, alle spalle, la maestosità dei promontori granitici, creano un'atmosfera da paradiso perduto. Continuando il giro dell'anello occidentale si raggiunge il paesino di Seccheto e la località di Cavoli con la sua spiaggia di quarzite bianca. Infine, riprendendo la strada per Marina di Campo, ci si può fermare per l'ultima sosta: la scogliera che si immerge nelle trasparenze del mare, le isole all'orizzonte, e la costa del continente che torna a sbucare dietro i promontori, sono un perfetto arrivederci per questo intenso itinerario che ha colmato gli occhi, la mente e lo spirito.

Richiedi un preventivo gratuito