Santuario risalente al periodo romanico-pisano, situato sulla cima di una collinetta a Lacona

La Chiesa della Madonna della Neve sorge sulla cima di una collinetta in località Lacona, nel Comune di Capoliveri.

L'edificio attuale presenta le caratteristiche tipiche del 1700, ma originariamente, la struttura risale al XII secolo, in pieno periodo romanico-pisano.

Il Santuario, molto semplice, è costituito da un'unica navata a pianta rettangolare, un campanile con il tetto a piramide e la sagrestia che fu costruita sui resti di un romitorio. Il nome della Chiesa ricorda il miracolo avvenuto a Roma intorno al 350 d.c sotto il pontificato di Papa Liberio, quando il 5 agosto il Colle Esquilino fu imbiancato da un'abbondante nevicata e su quell'area fu poi edificata la Basilica di Santa Maria Maggiore.

Per quanto riguarda la sua storia, la Chiesa romanica fu rifondata nella seconda metà del XVI secolo e da allora subì numerosi interventi strutturali che portarono all'ampliamento della facciata e diverse altre modifiche, sia interne che esterne. Il Santuario fu affidato alla custodia dei romiti e subì in quegli anni molteplici saccheggi, soprattutto durante le occupazioni militari francesi e inglesi verso la fine del 1700.

Il restauro nel 1951 ha riportato alla luce gli antici resti dell'edificio romanico, come l'antico muro sulla parte sud caratterizzato dai tipici filari di conci ben sbozzati e le tracce di una porta secondaria sulla parete centrale.

Oggi la Chiesa è sotto la custodia della parrocchia di Capoliveri che apre l'ingresso al pubblico solo in occasioni festive partcolari.

Richiedi un preventivo gratuito

Chiesa della Madonna della Neve