Visibile anche dal traghetto arrivando a Portoferraio, è la più antica fortificazione di tutta l'Isola d'Elba

Dovefra Portoferraio e Rio nell'Elba
Come arrivare

da Portoferraio prendere la provinciale per Porto Azzurro, dopo circa 6 km girare a sinistra direzione Magazzini / Bagnaia, dopo circa 1,5 km girare a destra per Rio nell'Elba (è una strada molto ripida e con curve strette: prestare molta attenzione). Proseguendo, sulla sinistra si trova un grande spiazzo dove poter parcheggiare l'auto e da dove (50 metri più avanti) parte un sentiero sterrato che giunge al Castello del Volterraio.

Visite guidateDal 13 novembre 2016 al 26 marzo 2017 ogni domenica mattina tranne il 25 dicembre e il 1° gennaio (visite spostate al 26 dicembre e 2 gennaio). Partenze da Portoferraio e Rio nell'Elba.
Come prenotare la visitaPrenotazione obbligatoria entro le 12,00 di ogni sabato.
Ufficio InfoPark Arcipelago Toscano 0565 908231 - info@parcoarcipelago.info
Prezziintero € 20,00 - ridotto € 10,00 over 65 e residenti isole toscane - ridotto € 5,00 residenti over 65  - gratuito per i ragazzi fino a 12 anni e per gli studenti residenti fino a 19 anni. Il prezzo è comprensivo di trasporto collettivo, ingresso e visita con una guida del Parco.

Visibile anche dal traghetto arrivando a Portoferraio in quanto situato a 394 metri sull'omonimo monte, il Castello del Volterraio è la più antica fortificazione di tutta l'Isola d'Elba.

L'origine del nome è incerta: questa potrebbe derivare dall'etrusco vultur (avvoltoio) o dal territorio volterrano da cui proveniva l'architetto Vanni di Gherardo Rau che ne curò nel XIII sec. la ricostruzione.

L'impianto originario di origini etrusche, fu infatti ampliato nel 1281 dai Pisani che utilizzarono la fortezza con finalità difensive. Successivamente rafforzata nel 1440, è una delle poche fortezze elbane mai espugnate dai pirati turchi che nelle loro scorribande razziarono più volte l'Elba. Nei duri assedi del 1544 e del 1554 molti elbani trovarono rifugio e asilo fra le possenti mura del Volterraio, che rimarrà sempre, per la sua posizione strategica visibile da quasi ogni punto dell'Isola, a guardia e a difesa di tutto il territorio elbano.

Acquistato dal Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano nel 1999, il castello era in forte stato di decadenza. 

Nel gennaio del 2016 si è conclusa la prima fase dei lavori previsti per il restauro atti a mettere in sicurezza la fortezza e a ripristinare alcuni elementi architettonici tra cui l’ingresso originale, il cammino di ronda perimetrale e il recupero della torre con passerella e della cappella. Nella seconda fase di lavori, iniziata a novembre 2016, verrà ultimato lo scavo archeologico  e verranno migliorati e recuperati gli antichi sentieri di accesso.

Da marzo 2016 il castello è tornato ad essere visitabile. Nelle previsioni della seconda fase di lavori, il solo castello e la vicina chiesetta saranno invece chiusi per circa un mese e mezzo a partire dalla metà di gennaio.

Merita salire fino alla cima del monte che lo ospita per ammirare i maestosi resti delle mura e godere di una vista unica sul golfo di Portoferraio.

La struttura del Castello

Il castello del Volterraio è costruito su pianta esagonale. Le parti più antiche del castello sono la cinta muraria e la torre quadrangole, costruita nel più adatto all'avvistamento. Grazie ad un sistema di segnalazioni dalla torre di avvistamento era possibile comunicare con altre torri del territorio e in parte anche con la costa toscana.

Scarica il pieghevole informatico sul Castello del Volterraio a cura del Parco Nazionale Arcipelago Toscano >

 
Richiedi un preventivo gratuito

Castello del Volterraio