Il forte a pianta stellare si erge sulla seconda collina che incorona la città di Portoferraio

DovePortoferraio - Centro Storico
Come arrivarePartendo dalla Palazzina dei Mulini, dirigetevi verso destra prendendo via della Stella, alla fine della quale troverete l'entrata del Forte Stella.
Contattitel.0565 916989 (Coop. CISSE)
PrezziEuro 2,00 / Euro 1,50 Ridotto per gruppo minimo 10 persone / Fino a 10 anni gratuito
OrariVariano nei diversi mesi dell'anno, generalmente aperto dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

Fortificazione Medicea nel centro storico di Portoferraio all'Isola d'ElbaIl Forte Stella costituisce, insieme al Forte Falcone e alla Torre della Linguella, uno di nuclei principali delle fortificazioni medicee costruite da Giovan Battista Bellucci e Giovanni Camerini.

Con pianta stellare (da cui il nome), il Forte si erge a 49 m s.l.m. sulla seconda collina che incorona la città di Portoferraio, a dominio delle scogliere settentrionali, del golfo e della città. Realizzato in mattoni rossi fu munito di gallerie interne e feritoie che ne percorrono il perimetro per contrastare eventuali attacchi. 

Come indica la lapide posta alla destra della grande porta di ingresso, Forte Stella fu eretto nel 1548 da Cosimo I Granduca di Toscana, in difesa della città di Cosmopoli; la lapide che invece si trova sopra la porta di ingresso ricorda la restituzione di Cosmopoli al Granduca Ferdinando III Lorena avvenuta nel 1815 dopo il Congresso di Vienna.

Fortificazione Medicea nel centro storico di Portoferraio all'Isola d'ElbaPer il valore della struttura il portale della fortificazione fu scelto come sede di un busto di Cosimo realizzato in bronzo da Benvenuto Cellini e fatto rimuovere nel 1781 dal Granduca Pietro Leopoldo (il primo al mondo ad abolire legalmente la pena di morte) e portato a Firenze dove ancor oggi fa sfoggio di sé nel prestigioso Museo del Bargello.

Lo stesso Granduca Leopoldo fece costruire, al posto dell'originario fanale, un faro circolare definito dallo storico Sebastiano Lombardi il più bello e maestoso di quanti si trovi nel Mediterraneo:

Questo Fanale è elevato dalla superficie del Mare fino alla Lanterna braccia 130. Dall'ingresso fino alla Lanterna vi si monta per una scala a chiocciola di gradini 80. La Lanterna è bellissima tutta composta di grossi pilastri di ferro e solidamente cerchiata, cosicchè sono state impiegate nella struttura della medesima 17 mila libbre di ferro. Tutte le Placche sono di Cristallo di Boemia bene stagniate e talmentechè non traspira in detta Lanterna la minima aria. La Cupola della Lanterna al di dentro è tutta foderata di lamiera di rame, al di fuori di piombo, ed incima di essa vi è una bellissima Palla dorata con la sua Croce sopra.

Questo Fanale attesa la di lui luminosa elevazione dalla superfice del Mare fino alla Cupola, è il più bello e maestoso di quanti si trovi nel Mediterraneo. Io sono stato due volte in Francia nella mia gioventù nell'anno 1757 e nel 1760. Ho osservato tutti i Fanali non solo quelli di Francia, ma quanti ve n'è fino a quello di Livorno, e posso dire con qualche fondamento che nessuno di quanti se ne trova nel Mediterraneo, può gareggiare con quello di Porto Ferrajo circa il punto della sua elevazione e molto più nella posizione dove il medesimo è collocato.

(Sebastiano Lombardi, Memorie antiche e moderne dell'isola d'Elba, Firenze, 1791, pp. 241-242)

Curiosità: si dice che Napoleone, arrivato all'Elba, andò subito a cercare a Forte Stella il busto di Cosimo scolpito da Benvenuto Cellini ma, suo malgrado, fu messo a conoscenza del trasferimento, effettuato qualche decennio prima, nella capitale del Granducato. Aveva forse pensato di portarlo, insieme a tanti altri capolavori italiani, al Louvre?

Richiedi un preventivo gratuito

Forte Stella