La ricetta elbana

Secondo la ricetta tradizionale la Schiaccia di Pasqua si doveva lasciare lievitare per 100 ore: la preparazione iniziava il martedì della Settimana Santa impastando un po' di farina, acqua e lievito per ogni commensale presente al pranzo pasquale. La sera successiva si aggiungeva ancora un pugno di farina per ogni persona e si continuava così fino al Venerdì Santo. Dopo la Processione di Cristo Morto si iniziava a preparare l'impasto vero e proprio e si lasciava lievitare fino alla mattina successiva per poi cuocerla nel forno a legna.

Ingredienti per 6 schiacce

2,3 kg di farina, 600 g di zucchero, 100 g di burro fuso, 130 g di lievito di birra, 12 uova, un bicchiere di acqua dí rose, mezzo bicchiere di liquore strega, mezzo bicchiere di brandy, mezzo bicchiere di olio, 30 g di semi di anice.

Preparazione

La sera precedente preparare una pasta lievitata con 300 g di farina 30 g di lievito sciolto in acqua tiepida.

Il mattino seguente preparare un altro impasto uguale aggiungendo due uova. Impastare insieme le due pagnottelle e formare un pane unico che si lascerà lievitare per almeno 12 ore.

Assicurarsi che il pane sia ben lievitato.

Su una spianatoia impastare il pane lievitato, tutta la farina e le uova rimanenti, i liquori, l'acqua di rose e il burro fatto prima sciogliere un pochino. Nel frattempo ammorbidire i semi di anice in acqua tiepida e unirli all'impasto.

L'impasto deve essere lavorato molto a lungo: più si lavora meglio sarà il risultato finale.

Dividere l'impasto in sei pagnotte e collocarle in altrettanti teglie unte di olio. Lasciare lievitare per qualche ora, spennellarle sulla superficie con rossi d'uovo per conferirgli il classico colore scuro. Infornare a 200° e portare a cottura.

Foto Blog Note di Cioccolato
Richiedi un preventivo gratuito