Isola d’Elba: visitare Porto Azzurro

Porto Azzurro
FrazioniReale, Terranera, Barbarossa, Monserrato, Mola, Gelsarello, Botro, Puntecchio, Buraccio
Superficie13 km²
Abitanti3.864
Altitudine2 m s.l.m.
CAP57036
Prefisso telefonico0565

Da molti anni l’Isola d’Elba è uno dei punti di riferimento per i turisti provenienti da ogni parte del mondo che si recano in questa stupenda isola toscana per godere di un paesaggio puro e incontaminato, lontano dalla frenesia e dalla mondanità che generalmente caratterizza molte destinazioni balneari.

La grande forza dell’Elba sta proprio nell’essere riuscita a coniugare lo sviluppo del comparto turistico che la sua “popolarità” ha necessariamente comportato, con il rispetto e la salvaguardia del proprio territorio che è stato conservato intatto e incontaminato. Così il turista che si reca su questa magnifica isola, magari per la prima volta, non deve sorprendersi nel trovare sontuosi hotel a 4 stelle accanto a case rurali, servizi moderni dedicati ai turisti, con spazi incontaminati dove la natura regna sovrana.

Se state pianificando una vacanza all’Elba, probabilmente vi sarà difficile scegliere una destinazione, vista la ricchezza e la bellezza del territorio. Tra i tanti luoghi che l’Elba può offrire ai propri turisti, oggi vogliamo concentrare l’attenzione su uno dei suoi comuni più famosi: Porto Azzurro.

Porto Azzurro: i luoghi più belli da visitare

Sino al 1947 Porto Azzurro ha conservato l’antica denominazione di Portolongone, il nome che era stato assegnato al borgo quando venne fondato nel 1603 da Filippo III° di Spagna che intendevano farne una specie di fortificazione a difesa del territorio.

Oggi Porto Azzurro, che conta all’incirca 3800 abitanti, si presenta come un caratteristico borgo di pescatori, circondato da spiagge dorate e dal blu profondo delle acque del canale di Piombino. La caratteristica principale di questo paese sta nella capacità di offrire ai proprio visitatori molti spunti di soggiorno essendo caratterizzato non solo da un ricco patrimonio naturale, ma da un altrettanto prezioso e variegato patrimonio artistico-culturale

Camminando per gli stretti vicoli e per le stradine intricate del centro storico, si viene immediatamente attratti da edifici imponenti, testimonianza dell’antico passato del borgo. Tra i più celebri bisogna in primo luogo citare il Forte San Giacomo, una imponente fortificazione la cui costruzione fu voluta da Filippo III nel 1602. L’edifico venne eretto per fortificare la rete protettiva del territorio come studiato da Don Garcia di Toledo, sul modello esistente nella città di Anversa, per far fronte ai continui assalti dei pirati saraceni; il forte aveva, infatti, una importante funzione di avvistamento e di protezione, “compito” che mantenne sino ai primi anni dell’Ottocento, quando venne dismesso e trasformato in carcere.

Se il forte colpisce l’attenzione grazie alla sua maestosità, gli edifici religiosi attirano con la loro grazia; tra i più interessanti di Porto Azzurro bisogna ricordare la Chiesa della Madonna del Carmine e la Chiesa di San Giacomo Maggiore, senza dimenticare chiaramente il santuario della Madonna di Monserrato, costruito nel 1606 per volere del governatore spagnolo Pons U Leòn che volle riprodurre all’Elba il celebre santuario eretto nelle vicinanze di Barcellona.

Se amate rilassarvi e distendervi al sole, allora le vostre spiagge preferite saranno certamente quelle di Barbarossa, di Reale e di Terranera, mentre se desiderate scoprire tutti gli angoli dell’isola, allora potete fare escursioni in barca, visitando calette nascoste e facendo snorkeling e immersioni nei magnifici fondali dell’isola.

Dopo una giornata così movimentata, di sera sarete ancora carichi di energia per lanciarvi nelle lunghe e divertenti notti di Porto Azzurro; la cittadina, infatti, è dotata di ogni sorta di divertimento e in estate sono moltissime le manifestazioni e gli eventi organizzati per rendere le notti ancora più piacevoli.

Un “quadro” già così ricco e allettante viene completato dall’ottimo clima mediterraneo, che consente a Porto Azzurro, ma anche a tutto il resto del territorio elbano, di godere di un clima piacevole e mite in ogni periodo dell’anno.

In ultimo, bisogna ricordare che l’Elba, e di conseguenza tutti i suoi comuni, sono ottimamente collegati alla terraferma sia tramite traghetti con imbarco da Piombino Marittima, sia via aerea visto che l’isola è datata di un proprio aeroporto. Insomma, se avete voglia di trascorrere una vacanza tra natura incontaminata, storia millenaria e tanto divertimento, allora l’Elba è la destinazione che fa per voi.

Curiosità: Il Santo Patrono di Porto Azzurro è San Giacomo che si festeggia il 25 luglio in tutto il paese con l'organizzazione di varie manifestazioni ed eventi.
Per conoscere i dettagli visitate il sito www.elbaeventi.it.

Dove dormire vicino a Porto Azzurro

Stai cercando una sistemazione per le tue vacanze a Porto Azzurro? Visita questa pagina per vedere tutti gli alloggi disponibili nei dintorni di Porto Azzurro.

Legenda dei punti di interesse

Chiese e santuari
Forti e fortezze

Gruppo di punti di interesse: aumenta lo zoom per scoprirli (l'icona può variare nel colore e nelle dimensioni).

2 luoghi da visitare visualizzati sulla mappa
La mappa è già impostata ad un livello di zoom che consente la visualizzazione di tutti i punti di interesse che contiene.