L'isolotto di Palmaiola nel canale di Piombino

L'isola di Palmaiola è un piccolo isolotto che fa parte dell'Arcipelago Toscano. Dista circa 7 chilometri dalla punta di Piombino e circa 3 chilometri dall'Isola d'Elba.

Il suo nome deriva dall'abbondanza in passato di palme nane (insulam Palmarole).

L'isolotto ha una forma conica e sulla sommità è presente un faro della Marina Militare, in una posizione di eccezionale visibilità e un piccolo eliporto. Il Faro, inaugurato nel 1844 è costituito da una torre a sezione quadrata, che si eleva al di sopra di un edificio a pianta rettangolare disposto su due livelli con le abitazioni dei guardiani. Nel 1989 il faro è stato definitivamente automatizzato con un impianto di pannelli solari.

Per raggiungerlo è necessario percorrere il sentiero di circa 250 metri che si origina dall'insenatura presente nella parte nord dell'isola, vicino allo scoglio del Frate.

Dal punto di vista naturalistico l'isola di Palmaiola ha una rilevanza particolare, in quanto è un luogo molto sicuro per la nidificazione di numerose specie di uccelli marini come la berta maggiore e il gabbiano corso.

Assieme alla vicina Isola di Cerboli, è stata inserita nei Siti di Interesse Comunitario della regione Toscana per il contesto marino e ambientale in cui si trova.