Suggerimenti per immersioni subacquee in completa sicurezza in tutti i periodi dell'anno

I centri diving all'Isola d'Elba sono tanti, e vi garantiranno immersioni in piena sicurezza con il massimo divertimento. Chi invece si immerge per conto proprio, deve porre particolarmente attenzione al regolamento dell'Ordinanza della Capitaneria di Porto (e questo consiglio vale sempre in qualsiasi posto ci si rechi in vacanza).

Grazie al clima particolarmente mite, che contribuisce a mantenere la temperatura dell'acqua accettabile anche nei mesi più freddi, è possibile immergersi anche fuori stagione. Si consiglia l'utilizzo di una muta semistagna nel periodo da novembre ad aprile, mentre da maggio ad ottobre è possibile immergersi tranquillamente con una normale muta umida da 5 millimetri; in primavera è preferibile indossare un sottomuta, in particolare se programmiamo l'immersione sotto i 20 metri di profondità.

Boa di segnalazione sub All'Elba, come nel resto dell'Italia, è vietato praticare la pesca subacquea con l'ausilio dell'autorespiratore.

É possibile immergersi anche nelle ore notturne, ma ogni sub deve segnalare la propria presenza con una starlight, oltre ovviamente ad avere una fonte luminosa principale e una di scorta. Bisogna porre particolare attenzione alle dotazioni di sicurezza di bordo che siano tutte in regola: tassa di stazionamento, assicurazione, estintore, razzi, salvagente, ecc. I controlli in mare da parte delle Autorità marittime sono piuttosto frequenti.

Stesso discorso per la navigazione: è vietato avvicinarsi con il motore in moto a meno di 200 metri da spiagge frequentate da bagnanti, mentre a 100 metri dalla costa a picco, se non con moto lento e perpendicolare alla costa. Per evitare spiacevoli contestazioni è sempre consigliabile informarsi prima presso la Capitaneria di Porto, Calata Buccari - Portoferraio tel. 0565.91.40.00, e leggere attentamente l'ordinanza balneare.

Guardia Costiera tel. 1530 - tel. 0565-91.40.00

Richiedi un preventivo gratuito