Una parete che sprofonda nel blu

Itinerari sub Isola d'Elba

Prima della famosa spiaggia di Fetovaia e a circa 400 m dalla riva, cerchiamo il cappello della secca posto a - 12 m, che nelle giornate di mare calmo è facilmente visibile anche dalla superficie.

Pinneggiando verso il lato sud superiamo una zona pianeggiante, con fondo di roccia e sabbia, per raggiungere una parete che sprofonda nel blu. Lungo la parete possiamo trovare tane e fenditure usate come rifugio da polpi, gronghi e scorfani.

Arrivati sui - 30 m ci dirigiamo ad est per raggiungere i - 40 m, dove la parete protende verso il largo. Interamente ricoperta da gorgonie rosse, la parete continua a scendere, dovremo quindi calcolare bene il nostro consumo d'aria, per potere ritornare al punto di partenza.

Immagini per gentile concessione di Riccardo Buralli - Diving in Elba
Richiedi un preventivo gratuito