Un percorso multimediale interattivo

DovePortoferraio - c/o Centro Culurale de Laugier, primo piano - Salita Napoleone
Come arrivarePartendo da Piazza Cavour costeggiare il Municipio e prendere Salita Napoleone. Sulla sinistra una piccola ma ripida salita porta al piazzale della Caserma De Laugier.
Orari 2019maggio, giugno, settembre, ottobre 10.00-13.00 / 16.00-20.00
luglio, agosto 10.00-13.00 / 16.00-23.00
Prezzi€ 7,00 / € 5,00 ridotto / € 10 intero serale con ronda / € 7 ridotto serale con ronda
Cosmopoli Card - € 14,00 / ridotto € 12,00 (da 9 a 18 anni, studenti e over 70) / Famiglie € 10 (minimo 3 paganti) / Gruppi € 10 (oltre 20 paganti) / gratuito (residenti, da 0 a 8 anni, portatori handicap) / Promozione “Sport & Cultura” € 5,00 (Riservato ad associazioni sportive del territorio) Residenti nei Comuni dell’Isola d’Elba € 5,00 (escluso residenti nel comune di Portoferraio) - durata 7 giorni, permette la visita dei seguenti siti culturali del Comune di Portoferraio: Fortezze, Forte Falcone, Teatro dei Vigilanti, Area archeologica della Linguella, Villa romana della Grotte, Pinacoteca Foresiana e Mostra Multimediale "L'Esilio dell'Aquila".
Contattiwww.elbaisoladinapoleone.it

Napoleone Bonaparte - L’esilio dell’Aquila è una mostra multimediale che si avvale di diverse forme comunicative: immagini, documenti, oggetti storici e scenografici, per ricreare l’atmosfera diffusa all’Elba durante l’esilio di Napoleone.

Sin dall’ingresso della cinquecentesca Sala San Salvatore, ex chiesa francescana, il visitatore è guidato in un percorso suggestivo che non solo evidenzia alcuni degli avvenimenti più interessanti, alcuni noti ed altri meno, di questo particolare e importante momento storico, ma rappresenta contemporaneamente una felice occasione per far luce su gli aspetti più intimi e privati dell’Imperatore.

Escluso, dopo il trattato di Fontainebleau, dalla grande struttura di potere che aveva creato, Napoleone riparte da dove era iniziata la sua avventura: da un’isola del Mediterraneo. Una piccola isola, l’Elba, così simile alla sua Corsica nelle scogliere, nei castagneti secolari e nei venti improvvisi. Qui, il clamore dei fasti parigini, delle grandi battaglie, delle cavalcate trionfali si spenge, sostituito dal rumore rasserenante del mare. Così il condottiero che ha segnato più di chiunque altro la storia del diciannovesimo secolo, esce dal suo ruolo storico come da una corazza e si ritrova vulnerabile agli affetti e ai sentimenti, incline, anche, a nuove riflessioni umane e politiche.

Richiedi un preventivo gratuito

Mostra Napoleone Bonaparte - Esilio dell'aquila

Ulteriori approfondimenti

Sui passi di Napoleone